Abdul Al Alfhaim

Elfo mago

Description:

Hai dedicato la tua vita a Ilsundal, il dio della Natura, l’eroe che ha donato agli Elfi di Alfheim il primo albero della vita e che li ha condotti nella terra promessa di Alfheim, e ai passato gli anni a conoscere il multiverso.

SCOPO PERSONALE: Riconsacrare l’altare e ritrovare il tomo
Attraverso visioni ricevute durante le tue trance, il tuo Dio ti ha chiamato a una nuova missione. Una tribù di goblin ha fatto la sua tana in un’antica rovina chiamata Castello Fauciaguzze, dove hanno profanato un altare sacro a Ilsundal. Adesso è dedicato al malvagio dio dei goblin, Maglubiyet, ed è un’offesa a Ilsundal e a tutto ciò che esso rappresenta.
Sei certo che Ilsundal abbia cosa ancora più grandi in serbo per te, se completerai questa missione.
Nel frattempo le tue visioni ti suggeriscono che Sorella Garaele – una sacerdotessa – potrebbe aiutarti. Cercala nella città di Fenoval.

Ma le tue visioni non sono finite qui! Dopo esserti incamminato verso Fenoval, Ilsundal il Saggio è tornato a farti visita. Stavolta al suo fianco c’era una creatura mitologica, un lammasu dal folto pelo dorato. Hai così appreso che Ilsundal intende aiutare questo lammasu a recuperare un antico tomo nascosto in quella zona centinaia di anni fa.
Non sai di cosa tratti il tomo, ma sai che non sei il solo a cercarlo. Un potentissimo negromante di Glantri avrebbe inviato in zona un suo emissario (scortato da un esercito di zombie!) alla ricerca dello stesso tomo.
Devi affrettarti, anche se rispetto a lui hai un vantaggio: Ilsundal ti ha suggerito di cercare un potente non morto, una banshee, che potrebbe sapere dove si trova il tomo.

ALLINEAMENTO: Caotico Buono
La ricerca e l’acquisizione di conoscenza è a beneficio di tutti. Reami e leggi sono utili, nella misura in cui permettono alla conoscenza di crescere. I peggiori malvagi sono i tiranni che cercano di sopprimerla o controllarla. Condividi liberamente la tua conoscenza e cerchi di mettere a buon frutto ciò che hai appreso per aiutare gli altri.

Bio:

Abdul Al Alfhaim

Darokin Abu_Jafar_Al_Alfhaimi